Vignette Laboratorio di Alcatraz

Morire sembra una faccenda semplice ma invece ci sono un sacco di complicazioni. Tanto per cominciare non si può decidere ne il come, né il dove né il quando, sarebbe un reato oltre che un peccato. Peccato mortale, appunto.
La paura della morte incide in modo significativo sul deficit del conto pubblico per via dei lauti stipendi che si becca l’esercito di psicologi adibiti ai gruppi di sostegno ai condannati.
Qualche genio del ministero della Sfiga ha pensato bene di rientrare nei costi con una tassa speciale sulla Morte, provocando l’immediata reazione delle forze sindacali. Oltre tutto se solo i ricchi potessero permettersi di morire bisogna pensare al disagio per il sistema pensionistico.
Uno sciopero della morte potrebbe avere un largo seguito.
La gente malsopporta di morire anche quando è gratuito, figuriamoci dovendo pagare l’estremo balzello...

(Per ingrandire la vigentta cliccaci sopra)
L’insostenibile costo della morte Morire sembra una faccenda semplice ma invece ci sono un sacco di complicazioni.

In tutto il mondo si limitano a mettere, al massimo, uno strato di calce viva sotto le bare, che tra l’altro sono a tenuta stagna... Quindi che inquinamento ci può essere?
La riprova di questo è che in Italia, per seppellire una mucca, ben più grande di un essere umano, non si fanno tante storie. Grazie a questa stronzata ogni singolo spazio di sepolture costa tantissimo e oltretutto dopo una ventina di anni ti sloggiano. (Ma se po’ morì accussì?)
AddThis Social Bookmark Button


Giovedì, 20 Ottobre 2011 22:01

 
Oggi morire in Italia costa carissimo: tra bara, loculo e lapide partono almeno 3 mila euro.
Una legge sconosciuta nel resto del pianeta obbliga a costruire cimiteri in modo demenziale.
In altre parti del mondo i cimiteri sono molto semplici: grandi prati dove vengono seppelliti i morti.
In Italia invece si deve costruire una immensa scatola di cemento armato e
un muro di recinzione alto circa due metri. Poi lo scatolone, che ovviamente costa un botto,
viene riempito di terra e poi in questa terra si seppelliscono le bare.
Hai capito bene! Costruiscono uno scatolone di cemento armato e dentro ci seppelliscono i morti..
Una cosa prima di senso. Dicono che è una questione di igiene masi tratta di pura idiozia.

(Per ingrandire la vigentta cliccaci sopra)

La morte veste armani
AddThis Social Bookmark Button


Giovedì, 20 Ottobre 2011 21:51

 
Sarebbe ora che la legge cimiteriale fosse buttata al cesso perché costringe milioni di italiani a buttar via soldi in un momento di crisi drammatica. Ogni anno in Italia muoiono quasi 500 mila persone. Costruendo cimiteri sensati, come succede nel resto del mondo, potremmo risparmiare almeno mezzo miliardo di euro. E come se non bastasse la rottura di coglioni di pagare le tasse da vivo e vedere poi i politici buttare i tuoi soldi dalla finestra (o metterseli in tasca) devi pure subire l’orrore di pagare per morire.

(Per ingrandire la vigentta cliccaci sopra)

Sarebbe ora che la legge cimiteriale fosse buttata al cesso
AddThis Social Bookmark Button


Giovedì, 20 Ottobre 2011 21:47

 


Monitor EnvirNet per il risparmio energetico - Commercioetico.it
Iscriviti a Cacao il quotidiano delle buone notizie comiche


Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Libera Università di Alcatraz, la tua vacanza in Umbria




Più recenti

Nuove vignette

Login

Comitato Nobel Disabili

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO
Paypal - Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Networketico.it, il più grande database italiano delle associazioni, delle cooperative sociali, ambientali e culturali che operano nel nostro paese
Iscriviti a Networketico.it, il database delle associazioni di solidarietà e del volontariato in Italia

Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche


Gli introvabili di Dario Fo e Franca Rame

Detersivi ecologici Sola con ingredienti a Km zero

Il blog di Jacopo Fo