Se esistesse, avremmo prove della sua esistenza. Ma se non esiste, perché inventarlo? Perché illudere centinaia di milioni di persone? Perché tutte quelle feste, e storie, eccetera?

Non è curioso che questo discorso valga sia per Dio che per Babbo Natale?

Spero che Dio non esista. Mi sembrerebbe ridicolo essere governato da un tizio che controlla se prima di chiamarlo ti tocchi la fronte, la spalla sinistra e la spalla destra. Tanto vale credere in Garrison.

Spero che Dio non esista. E lo spero per lui. Pensa se dovesse trovarsi Sgarbi in Paradiso.

Dio ha creato: il catarro, la mucillagine, le cimici, i capelli con le doppie punte, la cispa negli occhi, l’uva marcia, Emilio Fede, il cancro allo stomaco, la candida, la meningite, le caccole del naso, la sindrome di Down. Gli conviene non esistere.

Dio, comunque, non crede nell’esistenza dell’uomo.

L’uomo, si dice, è stato creato a immagine e somiglianza di Dio. Ma quindi non ho capito, Dio è bianco o nero? È uomo o donna? Ha i capelli lunghi o corti? Ha gli occhiali? È John?

L’uomo è stato creato a immagine e somiglianza di Dio. Quindi Dio dev’essere una media tra Francesco Totti, Brad Pitt e Margherita Hack. Spero che giochi bene a calcio come Totti, sia bello come Pitt e sia intelligente come la Hack. Perché se è bello come la Hack, gioca a calcio come Pitt ed è intelligente come Totti siamo fottuti.

Dicono: Dio non è una persona, ma si trova dentro ognuno di noi. Costruiamo chiese per un pancreas.


Tratto dal sito legiraffespendonounsaccointantumverde.wordpress.com

 

AddThis Social Bookmark Button

Più recenti

Nuove vignette

Login